010. Lean e Green nell’intralogistica

“Benvenuti a “I LIKE TO MOVE IT”, il podcast di Rulmeca che esplora le ultime tendenze e innovazioni nel mondo della movimentazione dei materiali.

Sono il tuo ospite, Mr R, e in questo episodio parleremo di  Lean and Green nell’intralogistica.

Capiremo cos’è Lean and Green e perché è importante.

Nel contesto aziendale contemporaneo, adattarsi a un ambiente in rapida evoluzione è fondamentale per la sopravvivenza e il successo a lungo termine.

Con le crescenti preoccupazioni globali sulla sostenibilità ambientale, le aziende si trovano sempre più in un contesto in cui è essenziale ridurre al minimo l’impatto ambientale negativo. Questa crescente pressione è il risultato di diversi fattori, tra cui una maggiore consapevolezza della crisi climatica, la domanda dei consumatori per scelte più ecocompatibili e la necessità di rispettare normative ambientali più rigorose.

Per affrontare queste sfide, le aziende stanno rivedendo e riformulando le proprie pratiche operative, cercando soluzioni innovative per migliorare l’efficienza energetica, ridurre le emissioni di gas serra, ottimizzare l’uso delle risorse naturali e adottare processi di produzione più sostenibili. Ciò potrebbe comportare l’introduzione di tecnologie avanzate, come l’uso di energia rinnovabile, processi di produzione più puliti e l’adozione di materiali eco-compatibili.

Inoltre, le aziende stanno prendendo in considerazione la sostenibilità in tutte le fasi del ciclo di vita dei loro prodotti, dalla progettazione alla distribuzione e allo smaltimento. Questa prospettiva olistica implica fattori come il riciclaggio dei materiali, la longevità del prodotto e la riduzione dei rifiuti.

La transizione verso un modello di business più sostenibile non solo contribuisce a preservare l’ambiente ma può anche produrre benefici tangibili per le imprese stesse. Questi vantaggi includono una migliore reputazione aziendale, una maggiore attrattiva per i consumatori consapevoli, la conformità normativa e la riduzione dei costi operativi a lungo termine attraverso l’ottimizzazione delle risorse.

La sostenibilità ambientale sta diventando un elemento chiave nel panorama imprenditoriale contemporaneo, spingendo le aziende ad adottare pratiche e strategie che non solo soddisfano le attuali esigenze del mercato, ma promuovono anche un futuro più sostenibile per il nostro pianeta.

Approfondendo questo argomento ho letto diversi report, tra cui uno di DNV, “Lean and Green: Building Sustainable and Cost-Efficient Supply Chains”, che evidenzia una transizione significativa: le aziende che investono nella sostenibilità stanno raccogliendo benefici tangibili in termini di crescita dei ricavi e riduzione dei costi.

Questa tendenza segnala un cambiamento significativo nel paradigma aziendale, in cui l’efficienza economica e la responsabilità ambientale sono strettamente intrecciate. Questo cambiamento influenza quindi le strategie logistiche e di supply chain, sottolineando i vantaggi e le sfide di un approccio “Lean and Green”.

Il concetto di “Lean and Green” rappresenta una risposta innovativa alle esigenze contemporanee del mondo del business. Questo approccio integra due obiettivi fondamentali: ridurre gli sprechi e minimizzare l’impatto ambientale mantenendo un’elevata efficienza operativa.

In un contesto normativo sempre più esigente e in una società che dà priorità alla sostenibilità, le aziende si stanno muovendo per adottare pratiche che soddisfino queste aspettative.

“Lean and Green” non è solo una strategia per migliorare l’efficienza operativa e ridurre i costi, ma anche un impegno verso pratiche sostenibili che migliorano la reputazione aziendale e soddisfano la domanda dei consumatori.

Ma come stanno implementando queste strategie le aziende, i benefici che ne derivano e le sfide che devono affrontare nel processo?

I dati raccolti nel report DNV offrono una panoramica significativa dell’impatto degli investimenti in sostenibilità sulla performance aziendale. Delle 525 principali aziende europee intervistate, il 40% delle aziende che hanno registrato una crescita dei ricavi e il 34% che hanno registrato riduzioni dei costi attraverso tali investimenti dimostrano chiaramente che la sostenibilità non è solo un imperativo morale ma anche un fattore chiave per il successo economico.

Integrare pratiche sostenibili nelle operazioni della catena di fornitura sta quindi diventando una leva strategica per molte aziende.

La digitalizzazione è al centro di questa trasformazione. Ne abbiamo parlato dedicando una puntata a questo argomento.

L’uso di tecnologie come l’intelligenza artificiale, l’IoT e la blockchain non solo aumenta l’efficienza operativa ma svolge anche un ruolo cruciale nella riduzione dell’impatto ambientale. Queste tecnologie offrono nuove possibilità per monitorare e gestire la sostenibilità lungo l’intera catena di fornitura, migliorando la trasparenza e riducendo gli sprechi.

L’implementazione della logistica sostenibile richiede un approccio olistico. Ciò include la collaborazione con fornitori che praticano la sostenibilità, l’adozione di metodi di trasporto a basso impatto e la riduzione dei rifiuti attraverso pratiche di imballaggio. Non si tratta solo di apportare miglioramenti isolati in alcune fasi del processo ma di adottare una visione integrata e sistemica che consideri gli impatti ambientali lungo l’intera catena di fornitura.

Inoltre, la strategia per una logistica sostenibile richiede anche un cambiamento nella cultura aziendale. Le aziende devono promuovere la consapevolezza e la formazione dei dipendenti per garantire che le pratiche sostenibili siano integrate in tutte le fasi operative.

L’adozione di un approccio sostenibile nella catena di fornitura va oltre la semplice ottimizzazione dei processi di trasporto; si tratta di costruire una visione aziendale che abbracci la sostenibilità come valore fondamentale.

Le sfide legate all’adozione di un approccio “Lean and Green” sono significative.

La necessità di investimenti iniziali, soprattutto in tecnologie innovative, può rappresentare un ostacolo per alcune aziende. Inoltre, trovare l’equilibrio tra riduzione dei costi e investimenti in sostenibilità richiede un’attenta pianificazione strategica e una visione a lungo termine.

Adottare un modello “Lean and Green” rappresenta una mossa strategica per le aziende che puntano ad un futuro sostenibile. Questo approccio non solo migliora l’efficienza operativa e i profitti dell’azienda, ma contribuisce anche alla resilienza a lungo termine di fronte ai cambiamenti normativi e alle sfide ambientali.

Integrando “Lean and Green” nella strategia ESG, le aziende possono perseguire una visione di sostenibilità più completa ed equilibrata, affrontando non solo le questioni ambientali ma anche gli aspetti sociali e di governance. Questa integrazione riflette l’impegno globale delle aziende verso valori responsabili e contribuisce a un’impronta sostenibile più ampia nel panorama imprenditoriale contemporaneo.

Siamo così giunti alla fine di questa puntata in cui abbiamo esplorato cosa si intende con il termine “Lean and Green” e come si inserisce nel mondo della Logistica.

Grazie ancora per l’ascolto; a presto con un’altra puntata di “I LIKE TO MOVE IT”, il podcast di Rulmeca.

Grazie per l’attenzione e vi aspetto la prossima volta per esplorare le nuove tendenze e gli sviluppi più interessanti nel mondo della movimentazione dei materiali.

Abbi cura di te e continua a essere straordinario.

VAI ALLA PLAYLIST COMPLETA SU SPOTIFY